martedì 12 agosto 2008

Arrivederci...e ri-riporto 6 !!

Cari tutti, è giunto il momento di partire e di tornare in Italia...dopo 6 mesi di totale isolamento dalla terraferma occidentale mi pare quasi impossibile. Subirò un po' un secondo straniamento. Domani alle 13:15 parte l'aereo!

Eh si, mi stavo abituando e non posso non dire che molte cose di Pechino e della Cina mi mancheranno. Tanto.

La camera del dormitorio-prigione che a mezzanotte chiude e mi costringe a passare dalla finestra 30x60 cm come un geko (perchè non esiste che torni a casa a mezzanotte), il poter imprecare o bestemmiare ad altissima voce perchè tanto nessuno mi capisce, il sentirmi osservato a volte come un pericolo a volte come un animale da zoo, le mie scorribande spericolate in bicicletta rischiando la vita ad ogni semaforo, le sfinenti partite a ping pong col capo di laboratorio (l'unica cosa che riuscivo a fare con lui, perchè inglese ZERO!).

E ancora le serate col mio amico ubriacone Chuck, che anche lui se ne va fra poco ed è tristissimo: un gigante di quasi 1 metro e 90, di Chicago o "Ci cao" per i toscani, col quale ho condiviso tante serate a far chiudere tardi i proprietari del "Red Restaurant" come lo chiamavamo noi, un ristorantino con muri rossi, gestito da gente proveniente dal sud della Cina e che cucinava cose ottime!! Quante serate passate cercando di comunicare con le cameriere che praticamente vivevano in un prefabbricato costruito sul retro del ristorante...poveracce, che culi si facevano! Pur non parlando una parola di inglese (a parte una che ripeteva di continuo "FUCK!!!"), ci hanno sopportato e abbiamo passato intere serate a ridere di non si sa cosa! Si, vabbè, ora non pensate male, mai nemmeno sfiorate! ^__^
La bambina era mitica, mi faceva sempre i dispetti e mi chiamava di continuo, con cantilena "wei guo ren, wei guo ren" (stranierooo, stranierooooo) !!




A loro regalerò in eredità la mia fida bicicletta, compresa di catenaccio. Giusto stasera.

E poi i compagni del corso di cinese che ho già presentanto in questo post, gli amici dell'English school con i quali andavamo al karaoke o a far casino in qualche altro bar...





Mi mancheranno anche i buonissimi noodles in zuppa, i ravioli al vapore di "Chen o' zozzone", i matti che vanno in giro con le biciclette stracariche, la gente che ti taglia la strada...





chissà, forse mi mancherà anche sentire il rumore di gente che si raschia la gola e poi scaracchia con soddisfazione e il fetore che ha dato il nome a questo blog!

Ma è giunta l'ora di tornare in patria e andare in vacanza (il che equivale a ri-dire che vi vò nel culo!). A casa ho fatto staccare la telecom e quindi non credo avrò modo di scrivere altro su questo blog prima di 15-20 giorni o di più. Tanto l'avventura in Cina è finita, quindi direi che anche il blog non ha più molto senso di esistere!

In realtà avrei ancora un po' di cose da scrivere, di molti luoghi che ho visitato a Pechino e che vale la pena menzionare, avrei due parole sulla lingua e i caratteri cinesi...ma vedremo, tempo al tempo e a seconda dell'ispirazione!

In questi giorni è tempo di addii. Molti addii, più di quanti pensassi. E mi pesano da morire, li odio. Quindi il morale non è dei migliori, sembra quasi di aspettare il giorno della condanna a morte. Perchè queste persone, che hanno accalorato dei mesi che sono stati importanti, duri e quindi mi hanno segnato, non le rivedrò mai più. "Mai più" è una brutta parola. Anzi, con le cene che stiamo facendo mi viene in mente il film "La 25° esima ora" con Edward Norton, dove gli amici del protagnista organizzano feste di addio prima che lui vada in galera.

Quindi anche questo post è una sorta di addio: anche se può darsi che qualche scritto lo aggiunga in seguito, non sarà la stessa cosa di quando li scrivevo dalla Cina.

Beh...che dire? Parto, Italia aspettami!

23 commenti:

sara ha detto...

brividi.. un abbraccio...

adblues ha detto...

Cavolo, un post da far venire i bordoni...

Comunque per risentirti un po' in Cina e farti assaporare di nuovo i suoni (gli scaracchi) e gli odori di Beijing, basta che vieni a fare un giretto dalle mie parti: ti porterò nel cuore di Chinatown, contento???

Buon viaggio!!!


---Alex

Butterfly ha detto...

...lo dovevi scrivere che era un post strappalacrime... dovevi vietare la lettura agli animi sensibili...de!

Comunque... buon viaggio e buon rientro in Italia...ah vero, BUONE VACANZE ;)

F.

Giorgiorgio ha detto...

Si fa una cosa allora?? appena mi rimetto in Sesto (fiorentino) si va tutti a Prato da adebluse,ok??

^______^*


parto fra poche ore...un abbraccio a tutti!! :)

daniela ha detto...

...bentornato! :)

lucia ha detto...

sai che ti capisco.
buon ritorno a casa, noi forse ci si fa a vedeSSi! un bacio

adblues ha detto...

Hai sbagliato...
Dovevi scrivere Plato, non Prato! :-D

Evvai, tutti a Chinatown!

---Alex


PS = io ci scherzo ma non sono certo uno di quelli a cui danno noia i cinesi, sia ben chiaro. Non vorrei passare per leghista!

Giulia ha detto...

che bello questo blog complimenti.. molto divertente, scritto bene.
anche io sto vivendo in cina ora, staro' qui per un anno ospitata da una famiglia e sto frequentando il liceo cinese..
se ti interessa fai un salto su

www.giulia-zhengzhou-living.blogspot.com

^^再见!

Giorgiorgio ha detto...

你好 Giulia!

^__^


così giovine e già ti hanno spedito a frequentare un liceo cinese?!? Rischi di diventare matta, mamma mia!!

Sono contento che ti sia piaciuto il mio blog, peccato che non abbia più molte energie per aggiornarlo, visto che non vivo più a Pechino!!

verrò a visitare il tuo!!

Anonimo ha detto...

forte il tuo blog ti link sul mio:

www.giulio-stevanato.splinder.com

ciao
Gin

Paola (...Ma anche Kettu!) ha detto...

Eh no!
Caro sconosciuto,non puoi smettere di scrivere adesso!
Stavo giusto decidendo di seguire il tuo blog!!! ;)

Giorgiorgio ha detto...

eh, carissima, non sai quanto vorrei tornare a scrivere, soprattutto averne il tempo!! Ma a parte il tempo, senza essere lì manca anche un po' di ispirazione...e mancano gli eventi, ora sono in Italia!! :)
però grazie della lettura!

Anonimo ha detto...

La ringrazio per intiresnuyu iformatsiyu

Anonimo ha detto...

La ringrazio per intiresnuyu iformatsiyu

Anonimo ha detto...

leggere l'intero blog, pretty good

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Weina ha detto...

Che divertente questo blog,mi sono molto piaciuti gli articoli sulla fobia del sole e le varie tecniche per ripararsi... Per me che poi sono cinese (quindi ho avuto la possibilità di averli vissuti quei momenti,) sembrano ancora più divertenti !! Possibile che dal 2008 non sei più tornato?:( Magari la prossima volta potresti stare in altre città ,sicuramente lo sai che ogni città ha una realtà propria e nord e sud sono completamente diverse.un consiglio? Stai a Shanghai la prox volta! La mia città!! Le chinatown delle città italiane possono darti l'impressione della Cina ( forse lo sai già ), ma sono tutt'altra cosa... A partire dall'origine delle persone cinesi qui in Italia che sono tutte della provincia dello zhejiang( sud)!ciao a presto

Giorgiorgio ha detto...

Ciao Weina!

Sono contento di ricevere gli apprezzamenti di chi certe cose le ha vissute! Mi spiace che tu non possa stupirti e meravigliarti come ho fatto io, dato che tu ci sei nata!!

Shangai non sono riuscito a vederla, ma stai tranquilla che sarà una tappa che farò alla mia prossima giratina in CIna!! :D

Weina ha detto...

Shanghai si scrive con due acca:-p,non si può perdonare un errore del genere a chi ha vissuto in Cina per mezzo anno!!!;-) Scusami era più forte di me hihih , a presto!

Giorgiorgio ha detto...

Ma guarda te che figuretta dovevo fare!! E pensare che in passato ho ripreso tutti i miei amici sia su come si scrive che su come si pronuncia!!!

Allora mi farò perdonare spiegando che il nome della citàà è una parola composta:

Shang = Sopra
Hai = Mare

ovvero "città sul mare" !!

Ho recuperato?!!? :D :D

Weina ha detto...

Eccomi di ritorno dalle festivita',passato bene spero?!cmq la spiegazione non e' delle migliori .... Ma passiamola per buona,ti do un sei :-p...,leggendo l'articolo sui noodle mi hai fatto ricordare che anche i giapponesi hanno l'abitudine a mangiarli bollenti e per raffreddare bevono tanta bibita ghiacciata.sembra che quest'abitudine sia tanto diffusa quanto pericolosa,poiché hanno riscontrato un tasso molto alto di popolazione giapponese con tumore all'esofago...che secchiona eh?hai detto che avresti scritto qualcosa sulla lingua cinese ..sono curiosa di sapere cosa..????

Giorgiorgio ha detto...

Non è una buona spiegazione!? Abbiamo un pubblico esigente, ahi ahi ahi!! ^__^

Riguardo la scrittura cinese avrei voluto scrivere qualcosa riguardo la composizione dei vari ideogrammi, le regole, i tratti ecc. ecc....ma secondo te, dopo 4 anni, cosa mi ricordo?! :D